Il minieolico

Gli impianti minieolici sono aerogeneratori di piccola taglia di potenza in grado di convertire l’energia del vento in energia elettrica. La definizione di impianto minieolico non è universalmente condivisa anche se la Norma IEC-61400-2 Ed.2 gli attribuisce la caratteristica di dispositivo con area spazzata non superiore a 200 mq, pari all’incirca a 50 KW di potenza. Tralasciando gli impianti cosiddetti microeolici di taglia fino a 5 KW, gli impianti minieolici sono quelli con potenza fino a 25 KW in Danimarca, fino a 50 KW nel Regno Unito, fino a 100 KW in Spagna e Germania, da 50 a 200 KW negli Stati Uniti e fino a 300 KW in Canada. In Italia la definizione di minieolico è quella attribuibile agli impianti incentivabili con la tariffa omnicomprensiva istituita dalla Legge_n_244_2007.pdf, art. 2, comma 145, con potenza fino a 200 KW.
L’eolico di grande taglia è stato caratterizzato negli ultimi 10 anni da una crescita vertiginosa, a livello mondiale, sia nel numero di impianti installati che nella taglia delle singole macchine, superiore anche a 5 MW. Tuttavia lo sfruttamento dell’energia eolica è partita storicamente da macchine di modesta potenza verso cui sta tornando, in questi ultimi tempi, l’interesse dell’industria mondiale a seguito dello stanziamento di incentivi statali in diversi paesi del mondo.

Vantaggi del Minieolico

Le nuove generazioni di turbine eoliche hanno potuto beneficiare di un intenso sviluppo tecnologico iniziato circa trent’anni fa e pervenuto oggi a piena maturazione. Ecco un confronto tra:

Passato
1. Scarsa esperienza, generatori poco performanti;
2. Estetica sgradevole: le torri degli aerogeneratori erano non dissimili dai tralicci a piramide per l’alta tensione;
3. Impianti rumorosi;
4. Lunghi tempi di payback;

 Futuro
1. Enorme esperienza: l’odierno aerogeneratore minieolico eroga la stessa potenza di quello che 20 anni fa poteva essere considerato un grande impianto;
2. Estetica migliorata, sia per quanto attiene la torre, che è diventata un semplice fusto, sia per quanto riguarda pale e rotore, per le quali si ricercano soluzioni sempre più paesaggisticamente compatibili;
3. Riduzione della rumorosità al minimo;
4. Payback di un impianto minieolico con buona ventosità è di 6-7 anni;

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien